E-MAIL E CITAZIONI

CONSULTATE LE PAGINE DI APPROFONDIMENTO CLICCANDO SUI TITOLI QUI SOPRA ^
PER CONTATTI, INFORMAZIONI, SUGGERIMENTI O CRITICHE POTETE SCRIVERE ALL'E-MAIL: fm.autostop@gmail.com

Lei è all'orizzonte. Mi avvicino di due passi, lei si allontana di due passi.
Cammino per dieci passi e l'orizzonte si sposta di dieci passi più in là.
Per quanto io cammini, non la raggiungerò mai.
A cosa serve l'UTOPIA?
Serve proprio a questo: a camminare.

Eduardo Galeano

Non puoi risolvere un problema con la stessa mentalità che l’ha generato.
Albert Einstein



Se vuoi essere universale, parla del tuo villaggio.
Lev Tolstoj

mercoledì 14 settembre 2016

SI APRONO LE FESTE DI SETTEMBRE DELL'INCIVILTA' SU 4 RUOTE.


Le foto (ci scusiamo, di scarsa qualità) sono state scattate ieri sera, nottata di apertura delle "Feste di Settembre" di Lanciano, all'angolo tra via Renzetti e Viale delle Rimembranze.

Le illustriamo: la prima documenta una Panda che, parcheggiando interamente sul marciapiede, è riuscita nel miracolo di ostruire in un solo colpo il marciapiede stesso e tutti e due gli scivoli.
La seconda vede una valorosa Punto che anch'essa ostruisce interamente il marciapiede e costringe la mamma che si scorge sulla sinistra della foto a passare pericolosamente in mezzo alla strada con il figlio nel passeggino.

Situazioni vergognose che purtroppo si ripetono abitualmente soprattutto in occasioni, come questa, di eventi pubblici di grande richiamo.

Non conosco le persone che si sono rese protagoniste di questa barbarie ma so perfettamente chi sono: INCIVILI a caratteri cubitali.

Pur di non percorrere due passi a piedi se ne fregano altamente di chi invece lo fa o è costretto a farlo perché su una sedia a rotelle o con le stampelle o di chi accompagna i bambini con passeggini o carrozzine.

Ma sì, d'altronde, che questi quattro handicappati se ne stiano rinchiusi in casa! Magari li chiamano pure "mongoloidi" per offenderli meglio. Le strade, le feste, la comunità, non sono roba per loro! 

Che dire con la rabbia addosso?
Speriamo che con il tempo, l'esempio, l'educazione (che devono venire soprattutto dall'alto del versante pubblico) anche questi individui che si sono macchiati di tale ignominia possano capire l'errore madornale commesso e modificare i loro atteggiamenti verso una ripristinata civiltà.

Nel frattempo ci aspettiamo che in particolare in questi giorni le forze di Polizia Municipale applichino una strategia di "tolleranza zero" verso queste pratiche inaccettabili, in modo che tutti, ma proprio tutti, Cittadini eguali di pari diritti e pari doveri, possano godere liberamente e comodamente delle nostre belle Feste di Settembre.

Fm 

 

1 commento:

  1. non ci sono più parole: adesso servono solo fatti, ma di una gravità tale da sconvolgere e sensibilizzare tutti!!!!! la pubblica moralità e civiltà è stata modificata ad uso personale, tipo "conosco i miei diritti" ma quando si parla di doveri nessuno riesce più a ragionare!

    RispondiElimina