E-MAIL E CITAZIONI

CONSULTATE LE PAGINE DI APPROFONDIMENTO CLICCANDO SUI TITOLI QUI SOPRA ^
PER CONTATTI, INFORMAZIONI, SUGGERIMENTI O CRITICHE POTETE SCRIVERE ALL'E-MAIL: fm.autostop@gmail.com

Lei è all'orizzonte. Mi avvicino di due passi, lei si allontana di due passi.
Cammino per dieci passi e l'orizzonte si sposta di dieci passi più in là.
Per quanto io cammini, non la raggiungerò mai.
A cosa serve l'UTOPIA?
Serve proprio a questo: a camminare.

Eduardo Galeano

Non puoi risolvere un problema con la stessa mentalità che l’ha generato.
Albert Einstein



Se vuoi essere universale, parla del tuo villaggio.
Lev Tolstoj

lunedì 15 gennaio 2018

IL MOVIMENTO LaVeNuM SI PRESENTA ALLA CITTA': CAMBIARE IL MODELLO DI MOBILITA' PER RISOLLEVARE LANCIANO.





Lunedì 15 gennaio si è svolta la Conferenza-Stampa di presentazione del Movimento "LaVeNuM" - Lanciano Verso la Nuova Mobilità che intende essere protagonista attivo, collaborativo e dialogante con l'intera Cittadinanza e le Istituzioni pubbliche nel dibattito pubblico sulla mobilità per la necessaria svolta verso un modello più funzionale, sano ed economico.

Nel corso dell'affollato incontro con gli organi di informazione sono state illustrate le finalità ed alcune proposte concrete del Movimento che sono sintetizzate nel Comunicato-stampa che riporto qui di seguito integralmente, in modo che siano chiare a tutti, nero su bianco, le nostre posizioni sui vari argomenti trattati.

Chiunque, persona o associazione, intendesse aderire a LaVeNuM, può farlo inviando la propria disponibilità all'indirizzo lavenum18@gmail.com.

Il futuro ci aspetta e ci indica la strada giusta.

Franco Mastrangelo


COMUNICATO-STAMPA del 15 gennaio 2018
A LANCIANO E’ NATO IL MOVIMENTO “LaVeNuM” – Lanciano Verso la Nuova Mobilità APERTO AL CONFRONTO ED AL DIALOGO CON TUTTI, CITTADINI E AMMINISTRATORI
Si è costituito a Lanciano il movimento spontaneo LANCIANO VERSO LA NUOVA MOBILITA’ (LaVeNuM) sulla base della seguente premessa che chiediamo di sottoscrivere a chiunque, gruppo, associazione o singola persona, voglia condividerne le finalità:
FINALITA’ DEL MOVIMENTO “LaVeNuM” – Lanciano Verso la Nuova Mobilità
L’obiettivo fondamentale comune a tutte le singole persone ed ai gruppi che aderiscono al “Movimento Lanciano Verso la Nuova Mobilità” è la progressiva riduzione del traffico veicolare urbano ed extra-urbano attraverso lo spostamento dall’attuale modello, ormai inadeguato ai tempi, basato sulla centralità dell’uso individuale dell’auto privata e sul trasporto merci su gomma verso forme di mobilità più sane, funzionali, economiche e sostenibili, rispettose delle persone e dei luoghi, quali il trasporto pubblico, quello collettivo e condiviso (car-sharing, car-pooling, taxi collettivo, ecc.), l’uso della bicicletta come mezzo di spostamento quotidiano (anche mediante una nuova organizzazione del bike-sharing) e la diffusione crescente della pedonalità, con particolare attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche.
Il Movimento, al quale hanno già aderito diverse Associazioni, Organizzazioni e singole persone, molte delle quali con competenze specifiche in materia, intende collaborare fattivamente al miglioramento delle condizioni di vita generali della Comunità attraverso un nuovo e più soddisfacente modello di mobilità. Siamo aperti al confronto ed al dialogo sia con le Istituzioni pubbliche che con l’intera Cittadinanza, mettendo a disposizione tutta la nostra esperienza. Non intendiamo obbligare nessuno ad andare a piedi o in bici ma sono le indiscutibili condizioni generali che ci spingono con sempre maggiore urgenza a percorrere la strada meno impattante della mobilità alternativa sostenibile.
Come dato indicativo delle dimensioni del problema riportiamo l’indice di motorizzazione del Comune di Lanciano che è di 669 automobili ogni 1000 abitanti, superiore sia al dato medio nazionale (620) che a quello di molte grandi Città (Torino 619 – Roma 613 – Palermo 567- Napoli 544- Bari 539- Bologna 515- Milano 510- Firenze 507. [dati ACI-ISTAT riferiti al 2015]
QUALCHE PROPOSTA CONCRETA
ZTL e AREE PEDONALI
1.       Siamo favorevoli al potenziamento ragionato delle ZTL nella prospettiva di creare le condizioni per una PROGRESSIVA PEDONALIZZAZIONE ATTREZZATA delle stesse.
2.       Sosteniamo la PEDONALIZZAZIONE DEFINITIVA, ATTREZZATA E ADEGUATAMENTE SOSTENUTA di Corso Roma e Corso Bandiera (in collaborazione con le Associazioni degli esercenti), passando anche attraverso un breve periodo di sperimentazione che dimostri come queste due importanti strade insieme al nuovo Corso Trento e Trieste potranno rappresentare un polo di attrazione non solo per turisti e visitatori esterni, ma anche per i residenti ed i compratori locali. Esempi consolidati in tutta Italia e nel mondo intero dimostrano come questa sia l’unica strada, se ben congegnata, per risollevare anche le sorti economiche dei commercianti di zona rispetto all’inarrivabile concorrenza dei centri commerciali o delle vendite on-line.
3.       Nell’ottica di coinvolgere le centinaia di migliaia di presenze del cosiddetto “turismo religioso” ai fini di un ritorno sia d’immagine che di natura economica, prevedere percorsi obbligati ad esempio da Santa Chiara fino alla Chiesa di San Francesco lungo Corso Roma pedonalizzato e da lì, dopo la visita al Miracolo Eucaristico, attraverso i 100 gradoni raggiungere lo splendore della Chiesa di  Santa Maria Maggiore liberata dall’assedio delle auto.
4.       Vanno quindi al più presto vietate la circolazione e il parcheggio nella piazzetta della Chiesa di Santa Maria Maggiore e nelle vie adiacenti per restituire dignità e una corretta fruibilità ad un vero e proprio patrimonio artistico dell’umanità che va sempre più valorizzato e non svilito da pratiche inaccettabili.
5.       Priorità alla progressiva eliminazione di tutte le barriere architettoniche presenti in Città e massima severità nel far rispettare la fruibilità degli scivoli sui marciapiedi e di tutti gli spazi riservati alle persone con disabilità.
TPU- TRASPORTO PUBBLICO URBANO
1.       Intendiamo sostenere il più possibile il TPU come principale alternativa già esistente all’uso individuale dell’auto privata, attraverso un confronto diretto con il gestore del trasporto pubblico locale, Di Fonzo,  per una maggiore diffusione, razionalizzazione e incentivazione del suo utilizzo anche attraverso l’INDIVIDUAZIONE DI PARCHEGGI DI SCAMBIO AI MARGINI DELLA CITTA’ dove poter lasciare l’auto e salire su BUS-NAVETTA di collegamento con i maggiori punti di interesse del centro.
2.       Chiediamo di individuare FORME DI PREMIALITA’ PER CHI USA IL TPU (e tutti i sistemi di mobilità alternativa come la bici o gli spostamenti a piedi) per recarsi alle sedi di lavoro o di studio, ad esempio i dipendenti pubblici (Comune ed ASL per cominciare). PREMI ANCHE PER I COMMERCIANTI DEL CENTRO E LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA CHE PROMUOVANO ATTIVAMENTE L’USO DEL TPU e delle altre forme di mobilità alternativa.
3.       Sosteniamo L’ADOZIONE DELLE NUOVE TECNOLOGIE, quali App o software già esistenti e largamente applicati, PER FACILITARE E MONITORARE L’UTILIZZO DEL TPU e della mobilità alternativa.
PISTE CICLABILI
1.       COMPLETAMENTO IN TEMPI BREVI DELLA CICLABILE DI VIA DEL MARE con la necessaria messa in sicurezza degli accessi e delle traverse a favore di chi va in bicicletta e attraverso tutti gli interventi già previsti dal progetto.
2.       PROPOSTA DI PROLUNGAMENTO DELLA CICLABILE DI VIA DEL MARE FINO AL CENTRO CITTA’ per dare così effettivo senso al ruolo fondamentale delle piste ciclabili che è quello di unire le varie parti della Città al centro ed ai maggiori punti di interesse in modo da favorire la principale funzione della bicicletta che è quella di mezzo di trasporto quotidiano.
3.       RICERCA DI UNA SOLUZIONE IN TEMPI BREVI PER COLLEGARE LA PISTA CICLABILE DEL QUARTIERE SANTA RITA AL CENTRO CITTA’.
4.       CREAZIONE PROGRESSIVA DI UNA RETE INTEGRATA DI PISTE CICLABILI IN CITTA’ che attraversino e colleghino tra di loro e al centro le principali zone di Lanciano, compreso il quartiere Cappuccini. Per la realizzazione della ciclabile in quest’ultima area chiediamo un percorso partecipativo, di incontro, spiegazione e accoglimento di osservazioni da parte della Cittadinanza in modo da rendere meno conflittuale rispetto al passato la giusta realizzazione di quest’opera.
5.       ESTENSIONE A TUTTA L’AREA URBANA DEL LIMITE DI VELOCITA’ A 30 km/ora, provvedimento fondamentale per favorire la circolazione in sicurezza dei pedoni e per inserire meglio nel tessuto urbano le corsie ciclabili e pedonali.
TRACCIATO FERROVIARIO SANGRITANA NON UTILIZZATO
A prescindere dall’effettiva realizzazione o meno del progetto del cosiddetto “Tram” su una parte del tracciato ferroviario della Sangritana, SOSTENIAMO COMUNQUE LA REALIZZAZIONE SULL’INTERO TRACCIATO DI UNA PISTA CICLO-PEDONALE che possa collegarsi anche alla “Via Verde” in corso d’opera sulla Costa dei Trabocchi. Tale pista potrà affiancarsi in parallelo all’eventuale tracciato del tram, come avviene in altri Comuni,  oppure, in caso di mancata concretizzazione di questo, occuparne l’intero spazio.
SCUOLE E NUOVA MOBILITA’
·        Già da primavera 2018 è possibile la promozione di una accessibilità alternativa alle scuole, evitando la congestione di auto all’ingresso e all’uscita predisponendo le necessarie facilitazioni, in sinergia con volontariato di docenti-genitori e la stretta collaborazione con la PA e la Polizia Municipale (servizi di piedibus, inizialmente, e di bicibus quando temperature e situazioni ambientali lo consentiranno). A questo proposito abbiamo in preparazione già un primo itinerario possibile, dal parcheggio dell’Oasi fino alla scuola media Umberto I, con PEDIBUS che percorrerà quotidianamente lo stesso itinerario andata e ritorno e potrà raccogliere sia i ragazzi che abitano lungo tutto il percorso sia quelli che verranno accompagnati al parcheggio anziché a scuola .
·        Attività di educazione stradale ed esperienze in bicicletta che possano essere propedeutiche all’utilizzo consapevole ed entusiasta del mezzo già durante l’età scolastica, in sicurezza e nel rispetto delle regole scritte e non scritte, poiché responsabilizzarsi e ottenere una benefica autonomia di movimento ha risvolti potentissimi sul carattere e l’autostima dei nostri ragazzi
CONFRONTO PUBBLICO CON LA CITTADINANZA E GLI AMMINISTRATORI PUBBLICI
Considerando i toni eccessivi che a tratti stanno denotando il dibattito pubblico sui temi della mobilità crediamo sia URGENTE DA PARTE DELL’A.C. DI LANCIANO LA CONVOCAZIONE DI UN CONFRONTO PUBBLICO CON L’INTERA CITTADINANZA e con i diversi attori in campo, favorevoli, contrari o dubbiosi rispetto ai vari progetti, in modo da chiarirsi su tutte le idee utili allo scopo di migliorare la qualità della vita dell’intera Comunità. Siamo certi che un approccio diretto senza mediazioni possa essere adatto a stemperare gli animi.  Nel caso non dovesse farlo direttamente l’A.C. di Lanciano saremo noi stessi a farci carico dell’iniziativa.

LANCIANO VERSO LA NUOVA MOBILITA’  
lavenum18@gmail.com 

La Conferenza-stampa di presentazione del 15 gennaio 2018


RASSEGNA-STAMPA:

Nessun commento:

Posta un commento